Ecco l’Italia di Rio: le gare più attese, tra sorprese e speranze

Un'immagine simbolica dell'Italia che guarda alle Olimpiadi al via domani a Rio (Foto Coni)

Un’immagine simbolica dell’Italia che guarda alle Olimpiadi al via domani a Rio (Foto Coni)

165 uomini e 144 donne. Sono gli atleti azzurri pronti a far di tutto per riportare in Italia medaglie e prestigio dai Giochi Olimpici di Rio al via domani. Qualche campione si confermerà tale, non mancheranno le delusioni e, ne siamo certi, tra qualche giorno illustri sconosciuti saranno gli idoli di tanti italiani.

Per far bene a Rio 2016 anche il numero di concorrenti potrà aiutare: ben 309 gli alfieri dei nostri colori. Superato il numero di 281 atleti che quattro anni fa parteciparono ai Giochi di Londra. Obiettivo minimo superare anche l’ottavo posto e le 28 medaglie di Londra 2012 (8 furono gli ori, 9 argenti e 11 bronzi).

Geograficamente domina la Lombardia, che spedisce oltreoceano 43 atleti, mentre, è proprio il caso di dirlo, il Molise non esiste, unica regione a quota zero. I nostri sportivi gareggeranno per un totale di 28 discipline diverse. Solo 7 gli sport in cui saremo assenti: calcio, basket, hockey su prato, pallamano, rugby a 7, taekwondo e tennistavolo. Una cosa è certa: per tifare dovremo spesso andare a letto a notte fonda, dato che molte finali si disputano tra mezzanotte e le quattro del mattino.

CALENDARIO PER LA GLORIA – C’è chi ha già vinto l’oro, chi è solo salito sul podio, chi ha fallito o chi è alla prima Olimpiade.

Federica Pellegrini è forse la più attesa, per tanti motivi: giunta alla sua quarta e ultima Olimpiade, sarà la nostra portabandiera alla cerimonia di inaugurazione. Per la nuotatrice veneta, dopo il fallimento di Londra (il top furono due quinti posti), è l’occasione di tornare grande. A Rio dovrebbe gareggiare sia nei 100 stile libero (finale ore 04.18 italiane del 12 agosto) sia nei 200 stile libero (finale ore 03.19 del 10 agosto) e, forse, addirittura in tre diverse staffette. Le rivali ci sono, l’età avanza, ma la Pellegrini può ancora salire sul podio.

Gregorio Paltrinieri, per tutti Greg, è invece l’atteso protagonista tra i nuotatori. Campione del mondo e da due anni leader insuperato dei 1500 stile libero, la cui finale è prevista per le 03.11 del 14 agosto.

Restiamo in acqua e passiamo alla regina dei tuffi. Anche per Tania Cagnotto sarà l’ultima Olimpiade. Si esibirà da sola dal trampolino 3 metri (finale ore 21 del 14 agosto) e in coppia con Francesca Dallapè nel Sincro 3 metri (ore 21 del 7 agosto).

Vincenzo Nibali e Fabio Aru. E’ la grande coppia che guiderà la squadra azzurra di ciclismo che include anche Diego Rosa, Damiano Caruso e Alessandro De Marchi. Alle 14.30 italiane di sabato 6 agosto il via della prova in linea uomini.

Clemente Russo non ci sta. Dopo i due argenti di Pechino e Londra il casertano della boxe azzurra salirà sul ring di Rio a caccia della medaglia d’oro (finale 00.15 del 16 agosto).

Elisa Di Francisca con il suo fioretto punta a continuare la tradizione italiana della scherma (finale fioretto femminile individuale ore 00.20 di giovedì 11 agosto).

Jessica Rossi, tra le favole più belle di Londra 2012 con il suo oro nel tiro a volo (quando ottenne anche il record mondiale con 99 piattelli colpiti su 100), è tra le favorite e vuole il bis. L’appuntamento con il trap femminile è per le 20.00 del 7 agosto.

Tanti altri i possibili campioni, da Nespoli e Galiazzo nel tiro con l’arco agli squadroni di pallanuoto e pallavolo, da Vanessa Ferrari nell’artistica a Errani e Vinci nel tennis. Ma vogliamo chiudere con una sorpresa e una scommessa.

La possibile sorpresa è Frank Chamizo, promessa della lotta nato a Cuba ma nazionalizzato italiano (finale ore 17.45 del 21 agosto).

La scommessa è Alex Schwazer. Non si sa ancora se potrà correre (la sentenza del Tas è attesa per l’8 agosto), ma il marciatore punta all’oro nella 50km di marcia (via alle 13.00 del 19 agosto). E sia in caso di trionfo sia se dovesse arrivare uno stop (o una sconfitta), ne siamo certi, l’Italia degli sportivi della domenica darà il meglio nel proprio sport preferito: le polemiche.

4 risposte a “Ecco l’Italia di Rio: le gare più attese, tra sorprese e speranze

    • Vero. Ma c’è stata una cernita per motivi di brevità. E comunque speriamo sempre che le nostre liste siamo moooooolto più corte delle effettive medaglie portate a casa dagli Azzurri!

  1. Pingback: Rio 2016, le gare da non perdere | Pensieri di Sport·

  2. Pingback: Cosa resterà di Rio 2016? Il bilancio tra vincitori, sconfitti e molto altro | Pensieri di Sport·

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...